[111], In mezzo a queste, nel 1996, in vista delle celebrazioni per il centenario del club, Juvecentus, venne appositamente creata Bun Bun, una stella vestita in maglia bianconera e antropomorfizzata a mo' di calciatore, atta ad accompagnare tutte le manifestazioni inerenti il primo secolo juventino. Nel 1998-1999 si decise per un ulteriore rimando all'antico, con la reintrodozione dei numeri rossi sul dorso della maglia come tra gli anni 1950 e 1960, colletto bianco e righe tradizionali;[10][22] rispetto alla stagione precedente, permase invece la scelta del nero per pantaloncini e calzettoni, il luogo dello storico bianco. [6] L'altro elemento principale dello scudo juventino è composto da un toro furioso dorato, inserito all'interno di una struttura esagonale blu a cui fu successivamente aggiunta una corona murale. [90] [47] In questa seconda metà del decennio, degna di nota anche la terza divisa dell'annata 2016-2017, a sua volta legata al passato per l'essere un completo bianco, tuttavia ammodernato con l'inserimento di striature zebrate sulle maniche, a rimandare alla mascotte societaria. Variante della silhouette della zebra rampante, utilizzata all'inizio degli anni 1980. io la vorrei ...se qualcuno potesse farla.. nn so, mi hanno detto ke la maglia è stata presentata dalla società. Juventus, qui fabbricano vittorie fin dal 1923... Marketing and Football. [70], Nel precampionato 2007 Nike approntò una speciale summer shirt, completamente bianca eccezion fatta per dei piping neri, con cui la squadra affrontò tutti gli impegni amichevoli precedenti il via ufficiale della stagione 2007-2008. Lo stemma utilizzato dal 1929 al 1931 fu il primo a includere la zebra rampante, ispirata dall'icona disegnata dal vignettista Carlin nel 1928, e poi divenuta simbolo societario. [6] Esso racchiude, tra i suoi principali elementi, il nome del club, i colori societari adottati nei primi anni del XX secolo e il toro furioso preso dall'araldica cittadina; durante gli anni 1970, per un breve periodo tale figura fu sostituita dalla stilizzazione di una zebra rampante, anch'essa già simbolo associato alla squadra dall'inizio del Novecento. [2], «[La] Juve indossa le maglie [bianconere] da allora, considerando i colori aggressivi e forti. [78] Due anni più tardi lo stemma juventino ritornò al modello usato nel 1921, subendo alcune modifiche: il toro furioso, mutuato dallo stemma cittadino, sarà rintrodotto colorato in oro al posto della zebra[6] e, come la corona murale, avrà una dimensione considerevolmente maggiore in confronto al disegno originario, mentre che il nome del club sarà scritto con caratteri squadrati. Maglia juve 2007 | ilPestifero Postato Sabato 22 Aprile 2006 alle ore 12:21 da ilPestifero. Juventus Football Club - Wikipedia 5.1 Rosa 2006/2007; 5.2 Rose delle stagioni precedenti. [84] Sopra tale monogramma è inserito orizzontalmente il wordmark JUVENTUS scritto con un carattere creato specificamente per il club, denominato Juventus Fans, composto da cinque stili tipografici diversi che invocano insieme le proprie tradizioni industriali e quelle delle origini,[84] in bianco su campo nero:[82], «[...] Il nuovo logo è iconico e universale. Accappatoio Juve. "Sono contento di questa soluzione anche se e' un momento particolare, dopo 13 anni in bianconero lascero' la squadra e non sara' facile vedermi con una maglia diversa da quella della Juve. [74] L'altra, longeva partnership tecnica juventina è stata quella con Nike, stabilitasi per 12 anni consecutivi tra le stagioni 2003-2004 e 2014-2015. [79] Nella stagione 1987-1988, in coincidenza con il novantenario del club, allo stemma venne temporaneamente aggiunta una corona ornamentale verde.[80]. questa ragazzi dovrebbe essere la maglia della juve del prossimo anno, o x lo meno è quella presentata dalla società, se qualcuno magari la può creare x pes6 in hd o non credo farebbe una cosa utile x tutti. La Juve Stabia gioca le proprie partite interne allo stadio Romeo Menti, inaugurato nel 1984. È uno dei club più antichi della Campania e del Mezzogiorno d'Italia. Stemma utilizzato dal 1921 al 1929 con la variazione "blu De Pinedo", usato anche nel corso degli anni 1930. Maglie storiche da calcio Juventus: la più ampia selezione di modelli ufficiali. [150], Un altro nomignolo, che avrebbe origine almeno dagli anni 1920, è quello di Gobbi, sicché la squadra è occasionalmente appellata anche come La Gobba (dal piemontese gheuba,[151] in seguito deformato in goeba o göba). La maglia nera away della Juventus FC, indossata dall'ex storico centrocampista italiano Mauro German Camoranesi in occasione del match contro il Vicenza, valido per la 23° giornata di Serie B 2006/07. Maglia Juventus Cristiano Ronaldo 7 CR7 Replica Autorizzata 2018-2019 Bambino (Taglie-Anni 2 4 6 8 10 12) Adulto (S M L XL) (8 Anni) 4,2 su 5 stelle 171. Maglia Juventus, contro Genoa kit speciale per la squadra di Maurizio Sarri. La maglia nera away della Juventus FC Primavera, versione gara del Campionato Primavera TIM 2007/08, del numero 14.Caratteristiche:- Maglia nera away a maniche corte- Stemma della Juventus … La maglia della Juve ha un altro peso, deve imparare a gestire le situazioni". Questa, nata da un'idea dell'allora dirigente juventino Italo Allodi, debuttò sul finire della stagione 1970-1971, realizzata specificatamente per la finale di ritorno della Coppa delle Fiere da giocarsi il 3 giugno 1971, in Inghilterra, contro il Leeds Utd: la seconda casacca dell'epoca del club bianconero, bianca, sarebbe infatti andata a confondersi cromaticamente con il tradizionale completo casalingo degli Whites. All'esordio ufficiale nel campionato nazionale del 1900, le tinte sociali della Juventus erano il rosa e il nero, allora i colori sportivi del liceo in cui studiarono i fondatori e primi soci del club. Una delle uniche due creazioni del bel paese inserite nella lista, la pubblicazione evidenziò l'italianità del disegno della casacca, le tonalità dei colori rosa e nero impiegati nonché l'originalità nella forma in cui la silhouette di una grande stella nera sporge sopra la divisa. Va tuttavia specificato come, nonostante il succitato arrivo di Kappa a "firmare" le divise bianconere del tempo, financo alla stagione 1988-1989 le sole maglie venivano fornite dal piccolo Maglificio Savio-Romano:[19] a tali casacche, realizzate ancora artigianalmente in cotone, solo successivamente lo sponsor tecnico "ufficiale" si limitava ad apporre il proprio logo[19] — oltreché a curarne la vendita presso i tifosi, tramite il nascente settore del merchandising sportivo. [58], Per il centoventenario del 2017, al contrario adidas propose una speciale divisa bianconera, ispirata agli anni 1950 del club:[61] indossata il 5 novembre in occasione della sfida casalinga di Serie A contro il Benevento,[62] questa vedeva i vari jersey sponsor ridimensionati e virati tono su tono, nonché l'assenza dei cognomi sulla schiena, mentre sul petto trovava posto un altro dettaglio del passato juventino come la «scatolina»;[61] nella circostanza venne approntato anche un completo vintage verde pino per i portieri. 100% poliestere climacool® Consente la gestione del calore e dell'umidità attraverso la ventilazione. La partita, disputata allo Stadio Olimpico di Roma il 15 dicembre 2007, è terminata 3-2 per i bianconeri con la doppietta dello stesso Del Piero e la rete di Trezeguet. [144], La Juventus ha come principale soprannome quello di Signora o, in lingua piemontese, Madama, appellativo che fa riferimento alle origini della società. La stessa casacca juventina, sia nella foggia che nel disegno, resterà praticamente immutata da qui in avanti sino al termine del decennio. 18.12.2020 21:40 - LO MONACO, Il Papu lo vedrei bene in maglia viola 18.12.2020 21:20 - TOP FV, Ribery primo per distacco, poi Amrabat e... 18.12.2020 21:00 - RIVOLUZIONE SULLA FASCIA Dopo il breve intermezzo della stagione 1990-1991, in cui venne rispolverato un completo nero, dal 1994-1995 al 1997-1998 la seconda maglia ritornò blu, con due grandi stelle posizionate all'altezza delle spalle: sino alla stagione 1995-1996 queste furono riempite di giallo e contornata di bianco, mentre successivamente le stelle passarono a blu e bordate di giallo. Il passato e la storia sono il punto di partenza per il futuro e le nuove sfide, per questo il vero tifoso bianconero ama ricordare le grandi vittorie e proiettarsi verso i traguardi di domani. [75] Subito dietro si attestano i legami con adidas, in essere dalla stagione 2015-2016,[75] e con Lotto nel triennio 2000-2003; in quest'ultimo caso, nella stagione 2000-2001 il club affiancò al marchio trevigiano il cosponsor CiaoWeb, portale web che de facto assurse a sponsor tecnico dell'annata. Infine, lo stemma societario fu cucito sulle divise bianconere per la prima volta a metà degli anni 1990. Ma il nero è anche il colore della maglia dell’anno di purgatorio in Serie B con cui i bianconeri esordirono nella serie cadetta in quel di Rimini. 10-11. I primi anni 2000 videro il breve intermezzo della Lotto, che nel biennio 2000-2002 ripropose una maglia nel solco della tradizione juventina, con numeri bianchi su fondo nero. Vedi maglie dei tifosi o compri l'ultimo maglia di Juventus . La maglia non ha subito alcun lavaggio. [109] Nell'ottobre 1999 fu poi la volta di Zig Zag,[110] una zebra che, nel nome, voleva essere «quasi un invito ai giocatori bianconeri a slalomeggiare nelle difese e segnare i gol decisivi per conquistare i tre punti della vittoria». Ed eccola qui la nuova maglia Unione Sportiva Città di Palermo - Wikipedia nike * del piero JUVENTUS F.C. La casacca è completata dal profilo di una grande stella nera. [48], Per i portieri juventini la tradizione è rappresentata dal nero, tinta che dominò durante le epoche di Sentimenti IV, Giovanni Viola[10] e Roberto Anzolin, e in seconda battuta dal grigio, colore reso iconico da Dino Zoff — anche con la nazionale italiana —;[49] singolare quanto avvenne a metà degli anni 1980, quando l'unione tra questi due colori generò una divisa con busto grigio, e spalle e maniche nere. Eccellenti condizioni. L'impiegato del luogo, alla vista dello scolorito capo, probabilmente credette che anziché rosa fosse bianca e macchiata: sicché, vista la coincidenza con i colori bianconeri dell'altra compagine di Nottingham, il Notts County, uno dei più antichi club del campionato inglese di calcio e rivale storico dei Garibaldi Reds,[3] pensò bene di spedire in Italia una dotazione di uniformi appunto dei Magpies. E se magari avete anke le maglie nuove dell'inter! A metà del decennio le due stelle cambiarono versione: più grandi e liberate dalla «scatolina». [92] Sopra tale stemma fu aggiunto ulteriormente il wordmark e l'abbreviazione della ragione sociale Football Club, scritti in nero su campo bianco — JUVENTUS F.C. Elenco che dimostra i numeri di maglia usati nell'arco della carriera del giocatore. In precedenza, tuttavia, la prima divisa juventina del biennio 1897-1898 fu una semplice camicia bianca con calzoncini neri, indossata nelle diverse competizioni in cui era impegnato l'allora «Sport-Club» alla fine dell'Ottocento. Quello che ho messo in questo post non è la maglia che useremo, bensì quella che io sogno. Il Barcellona era stato l'ultimo avversario affrontato da Pirlo da giocatore con la maglia della Juventus, in occasione della sfortunata finale del 2015 a Berlino. Il colore dei pantaloncini cambiò in bianco e furono introdotte due righine bianche sui calzettoni neri sotto il ginocchio. [21] I modelli creati da qui in avanti da Kappa, primo marchio a proporre una simile politica stilistica, tornarono più semplici nei colori e nel disegno, con template che s'ispiravano alla seconda divisa juventina dell'epoca:[21] viene ricordata su tutte la maglia gialla con stelle blu sulle spalle, vestita da Peruzzi nella vittoriosa finale della UEFA Champions League 1995-1996. In entrambe le gare l’US è sceso in campo con la terza divisa ed i risultati sono stati ottimi tanto che sui social più di qualche tifoso ha chiesto di giocare sempre con questa maglia. Maglie storiche da calcio Juventus: la più ampia selezione di modelli ufficiali. Posted on 23/6/2007… [69] Sempre il marchio torinese realizzò nell'estate 1996 una casacca blu con dettagli gialli, basata sulla seconda divisa vittoriosa nella stagione precedente in finale di Champions League, ma con le due grandi stelle sulle spalle sostituite da bande logate, replicate anche sui pantaloncini: questa maglia è colloquialmente nota come «dei 4 Trofei» in quanto specificamente utilizzata dalla Juventus per un poker di amichevoli contro blasonate rivali. MAGLIA JUVENTUS: juventus maglia, nuova maglia juventus, maglia juventus 2007 2008, maglia calcio juventus [31], La stagione 2015-2016 segna l'inizio del legame con adidas. [6], Dal 1940 al 1971 i colori impiegati nello stemma juventino furono prettamente il bianco e nero, con una fugace apparizione del grigio. Stemma utilizzato dal 1971 al 1990; il club vi affiancherà dal 1979 il secondary logo della zebra rampante. Lo avete già cantato il nuovo inno? La maglia bianconera home della Juventus FC, ufficiale della stagione 2007/08, personalizzata con nome e numero dell'ex centrocampista ceco Pavel Nedved. In questo periodo spiccarono alcune sgargianti casacche, approntate da Uhlsport per Stefano Tacconi, che in qualche maniera riflettevano l'animo istrionico dell'allora numero 1 della squadra:[53] tra queste rimase nella memoria la maglia nera con numerosi inserti fiammeggianti verdi, che contraddistinse il doblete continentale della stagione 1989-1990. La maglia Juve per il 2020 è uno degli argomenti in trend topic di oggi. aiààààààààààààà...mi ero così affezzionato alla tamoil...tipo tele+,d+ e danone...ma che schifezza...io giochero a pes7 con la maglia di quest'anno!! 110 anni a opera d'arte, 2007) Antonio Cabrini nel 1978, in azione con la classica divisa della Juventus: maglia a strisce verticali bianconere, con pantaloncini e calzettoni bianchi. La maglia blu away della Juventus FC, versione gara del match contro la Lazio, valido per la 16° giornata di Serie A TIM 2007/08, dello storico capitano Alessandro Del Piero. So' bene che Cassano è una testa calda. La stagione 1983-1984 era stata invece la prima a vedere una terza divisa, una tantum, formalmente inserita nella fornitura tecnica della squadra: stante il debutto dello spezzato gialloblù come seconda uniforme, si assistette al declassamento a terza scelta del precedente completo blu,[43] vestito fugacemente solo nel precampionato.[44]. [107], Giampi venne utilizzato dalla Juventus per il successivo decennio quando, all'inizio della stagione 1995-1996, in coincidenza con un rinnovamento nell'immagine della società torinese, lasciò il posto ad Alex: una mascotte che, già dal nome, tradiva il legame con l'allora numero dieci della squadra, Alessandro Del Piero, di cui andava a rappresentare, né più né meno, una versione caricaturale: in versione cartacea, Alex fu protagonista di alcune strisce a fumetti pubblicate all'interno dell'house organ del club, Hurrà Juventus, e nelle allegate pubblicazioni Forza Juve e Play Juve destinate ai fan più acerbi;[108] come pupazzo trovò invece posto a bordocampo al Delle Alpi in occasione delle partite casalinghe della Juventus. Posted on 23/6/2007, 12:39: le petizioni le facciamo per altro.. Gigi Buffon, le 10 curiosità che non conoscevi. In quella stagione, Nike puntò sulla semplicità e propose un completo nero con scollo a V e bordi bianchi sottili per il kit away della stagione 2006/2007. [50] Fatto sta che, all'incirca per i primi ottant'anni di vita del club, l'unica concessione di rilievo fu rappresentata da un maglioncino bianco, spesso con doppi bordini neri a contrasto su scollo e maniche, che dapprima contrassegnò l'epopea di Gianpiero Combi nel periodo interbellico,[51] e poi tornò brevemente in auge nel secondo dopoguerra grazie al succitato Viola, a Giuseppe Vavassori e Carlo Mattrel.[10][52]. [41], Nonostante la storia delle terze maglie juventine abbia convenzionalmente inizio solo con l'ultimo decennio del XX secolo, già nei precedenti il club torinese aveva fatto sporadicamente affidamento a ulteriori divise da trasferta. Visita eBay per trovare una vasta selezione di maglia juventus 2007/2008. La passion pour le football à Marseille et à Turin, Il pallone racconta: Un secolo di bianconero (tutte le maglie della Juventus 1903-2003), Juventus primo amore. L'origine più accreditata di questo termine risale tuttavia agli anni 1950, quando l'undici piemontese indossava una casacca dall'ampia foggia, più simile a una camicia, a differenza delle maglie aderenti usate dalle altre formazioni del tempo: quando i giocatori juventini correvano sul campo, la casacca, che sul petto aveva un'apertura con lacci, in stile inglese, generava un rigonfiamento sulla schiena (una sorta di "effetto paracadute") dando l'impressione che questi avessero, per l'appunto, la gobba. Il logo Juvecentus utilizzato nel 1997 per le celebrazioni dei 100 anni del club. Fino all'addio nell'estate 2020 e … maglia juve 2007/2008 « Older Newer ... salve ragazzi..dove posso trovare le maglie di quest'anno?? Solo nel periodo interbellico e nel secondo dopoguerra si segnalò l'unica e saltuaria variazione di rilievo, una casacca verde portata sporadicamente al debutto all'inizio degli anni 1930, e in seguito ripresa a cavallo degli anni 1940 e 1950, stavolta ulteriormente cerchiata da una fascia bianconera. La partita, disputata allo Stadio Romeo Menti di Vicenza il 10 febbraio 2007, è terminata 2-2. [72], Il primo e più duraturo sponsor tecnico della Juventus è stato Kappa, azienda torinese che ha fornito le divise bianconere dalla stagione 1978-1979[73] a quella 1999-2000, per un legame che ha fatto la storia del calcio protraendosi ininterrottamente per ben 22 anni. Con la maglia della Dea hai affrontato la Juve nel 2007: cosa significa per un calciatore giocare contro la Juventus?Cosa si vive nei giorni che precedono la sfida? Nedved ha autografato la maglia sul retro, rendendo il cimelio unico. € 24,90 La formazione juventina che vinse il suo primo scudetto nel 1905, due anni dopo l'abbandono della maglia rosa, portava sul petto otto righe che successivamente subirono una variazione: da un minimo di sette passarono a un massimo di nove — come quelle delle formazioni che si ricordano nel Quinquennio d'oro (1931-1935). [26] Per la stagione 2012-2013, la squadra indossa nuovamente una seconda divisa completamente nera — che omaggia la muta del 1941-1942 con cui venne conquistata la Coppa Italia —; i numeri di maglia e altri piccoli particolari sono invece in bianco. ? Da notare come fin qui, la fornitura tecnica riservata ai portieri era un qualcosa di separato dal resto della squadra, con i primi che potevano quindi accordarsi con marchi differenti da quelli che vestivano i loro compagni di movimento;[21] gli estremi difensori juventini erano comunque tenuti ad applicare i canonici sponsor ufficiali della squadra anche sulle proprie maglie. Il 16 gennaio 2017, durante la settimana della moda di Milano, al Museo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci è stato presentato lo stemma societario, di fatto un vero e proprio logo, poi implementato dal club torinese a partire della stagione 2017-2018. Stemma utilizzato dal 1940 al 1971: subirà in seguito una variante cromatica passando dalla scala di grigi al bianco e nero. Avellino e Teramo hanno due cose in comune. [36][37], Un primo punto di svolta arrivò all'inizio degli anni 1970 quando, dopo quasi due decenni, venne creata una divisa di cortesia nuova di zecca, blu con colletto e polsini bianconeri. È solo con l'annata 1990-1991, quando la divisa gialloblù venne relegata a questo ambito, che nella società bianconera s'iniziò a veder prodotte con continuità delle terze casacche da gioco. Maglie e sponsor Lo sponsor tecnico per la ... agli aspetti finanziari delle operazioni di mercato sono indicati in Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2007 (PDF), su juventus.com, pp. Molto simile alla maglia azzurra indossata dall'Italia, l'uniforme voleva per l'appunto rimarcare l'italianità della Juventus, in quel frangente unica squadra di club del bel paese ancora in gioco in campo internazionale. Beyond lifestyle. Intanto presentata ZIG ZAG, la nuova mascotte, Olimpiadi, Juve e Toro promuoveranno i Giochi, Zoff: «Berlusconi, Bearzot e Totti. Nel 1982-1983 la nuova maglia vedrà le due stelle — in riconoscimento al ventesimo scudetto vinto dalla Signora la stagione precedente — racchiuse in una particolare «scatolina» bordata d'oro che talvolta fa tutt'uno con il tricolore, e leggermente più piccole rispetto al passato; tale fregio rimarrà inserito sul petto delle divise bianconere fino alla prima parte del decennio seguente. [10] I numeri sulla divisa ritornarono bianchi, com'erano stati fino al secondo dopoguerra, stavolta inseriti in un riquadro nero sulla schiena. La stagione 2007-2008, quella del ritorno in massima serie, vede principalmente la temporanea reintroduzione del colore rosso per la numerazione sulla schiena. Le maglie nel pallone, adidas sponsor tecnico a partire dalla stagione sportiva 2015-2016, Black and White and More: la Juve è già nel futuro. Il primo rinforzo per il centrocampo bianconero dovrebbe essere proprio Tiago. Lo stemma della Juventus, reso pubblico per la prima volta nel 1905, non subì variazioni in termini di disegno dalla fine della prima guerra mondiale, diventando un simbolo sportivo perenne nel tempo. [6][77] Nel 1921, tali ornamenti furono rimpiazzati dalla denominazione FOOT-BALL CLUB[6] per sottolineare la propria attività primaria e, ulteriormente, venne aggiunta nella regione superiore la frase FONDATA NEL 1897 spostanto a quella inferiore la denominazione societaria, tutte e due a formare un arco. Giocatori: Del Piero, Nedved, Camoranesi, Trezeguet, Tiago Note: La maglia da trasferta utilizzata nel campionato 2007/08. Il primo stemma societario, risalente al 1905, era bicromo e includeva attorno a sé gli svolazzi in colore bianco ispirati allo scudo di Torino vigente a metà del XIX secolo, incoronato con un cinto bianco in cui era iscritto l'allora motto societario basato su una frase del I secolo, in lingua latina, attribuita al teologo cristiano Paolo di Tarso: Non coronabitur nisi legitime certaverit ("Non riceve la corona se non chi ha combattuto secondo le regole"). Juve (Storia Di Un Grande Amore) – Single, Inno ufficiale della Juventus FC (lettera), Alex la mascotte fa divertire prima del match, Juventus-Levski a Torino. maglia juve 2007/2008 « Older Newer ... Posts 5,873 Reputation 0 Location Svervegia Status Offline. Prezzo: 53 € in vendita online su Nencini Sport. 2007-08 JUVENTUS MAGLIA ALLENAMENTO XXL. «Fin dalla sua fondazione la Juventus è stata depositaria di un'estetica assai particolare, in campo e fuori, capace di sintetizzare la componente aristocratica e quella elitaria, la nobiltà con il popolare, il portamento signorile al sudore proletario.». Divisa interamente blu, … JUVENTUS MAGLIA GARA HOME 2016/17. [76], Il tradizionale stemma della Juventus ha avuto solo delle modeste variazioni dall'inizio del XX secolo, «in quanto esso deve essere un punto di riferimento fisso e costante». [38], Tale divisa, ciclicamente aggiornata in minimi dettagli, si affermò stabilmente a Torino per quasi un quindicennio sino a quando, con l'annata 1983-1984, venne sostituita da un'uniforme spezzata composta da maglia gialla, pantaloncini blu e calzettoni pure gialli — che, di fatto, andava a riproporre i colori dello stemma comunale torinese —, la quale segnò le trasferte dei piemontesi fino all'inizio degli anni 1990.